Energie rinnovabili: 9,8 milioni di posto di lavoro a livello mondiale

Avendo ancora personalmente addosso le ferite di quella che è stata la grande emorragia del settore delle rinnovabili in Italia, con circa 80.000 posti di lavoro persi, molti dei quali di maestranze molto giovani, durante il micidiale e repentino stop agli incentivi alle rinnovabili negli anni dal 2013 al 2015, che ha lasciato come vittime sul campo non certo gli speculatori, ma gli imprenditori più seri ed illuminati, fa comunque piacere che a livello mondiale il comparto delle energie pulite stia divenendo sempre più trainate nonostante tutto.

E’ proprio il nuovo rapporto pubblicato recentemente da IRENA (Inernational Renewable Energy Agency), sono 9,8 milioni gli occupati nel settore delle rinnovabili a livello mondiale al 2016, facendo registrare un incremento dell’1,1% rispetto al 2015.

Dal primo rapporto IRENA sul tema Renewable Energy and Jobs – Annual Review 2017“, pubblicato nel 2012, il numero di lavoratori occupati nel settore ha registrato una continua crescita, nonostante una lieve flessione del tasso di crescita negli ultimi due anni.
Secondo il nuovo rapporto IRENA, il maggiore contributo in termini di posti di lavoro è da attribuire ai settori del solare fotovoltaico e dell’eolico, più che raddoppiati rispetto al 2012. Di contro, fanno registrare un live calo occupazionale settori come solare termico e idroelettrico.

Passando alla visione dell’atlante mondiale dell’occupazione delle energie pulite, è la Cina ha mantenere la leadership, con 3,64 milioni di posti di lavoro nel 2016, ed un tasso di crescita del 3,6% rispetto al 2015, da attribuire  principalmente ai consistenti progressi del solare fotovoltaico.
Nel settore dei biocarburanti liquidi invece, è Il Brasile a rimanere paese leader mondiale in termini di posti di lavoro. Anche negli Stati Uniti fotovoltaico ed eolico sugli scudi con 777mila occupati.
Passando al vecchio continente, l’Europa vede impiegati oggi nel settore, 1,1 milioni di addetti,  con la Germania saldamente in testa con 334mila occupati, in flessione rispetto ai 371.400 del 2015 e la Francia che conta nel 2016 162mila addetti.

Facendo una ricognizione delle tecnologie rinnovabili, il nuovo rapporto IRENA, tra una serie di evidenze, tra le quali:

  • il settore fotovoltaicoè in testa alla classifica con 3,1 milioni di posti di lavoro, dislocati soprattutto in Cina, negli Stati Uniti e in India;
  • il settore eolicoè passato dal milione di occupati del 2015 ai 1,2 milioni del 2016;
  • i biocarburanti liquidi(da 1,8 a 1,7 milioni), le biomasse (da 822mila a 723mila) e biogas (da 381mila a 333mila) sono tra i settori che, pur facendo registrare un leggero decremento, presentano il maggior numero di occupati, con particolare riferimento al settore dell’approvvigionamento di materie prime;
  • il grandeidroelettrico ha impiegato 1,5 milioni di addetti ed il piccolo idroelettrico 211mila addetti.

A margine della presentazione del nuovo report IRENA il commento del direttore generale di IRENA Adnan Z. Amin,  secondo il quale “le rinnovabili perseguono obiettivi socio-economici molto ampi e la creazione di posti di lavoro è sempre più riconosciuta come un componente centrale della transizione energetica globale. Mentre i dati attuali evidenziano che la bilancia continua a pendere a favore delle energie rinnovabili, le stime ci dicono che il numero di persone impiegate nel settore potrà raggiungere i 24 milioni entro il 2030, traguardando il numero di impiegati nel settore dei combustibili fossili e diventando uno dei principali motori economici a livello mondiale“.

Sicuramente indicazioni fondamentali per proseguire il cammino della decarbonizzazione dei sistemi energetici e per la migrazione definitiva verso un modello energetico distribuito, finalmente più democratico, intelligente, efficiente e partecipativo.

Scarica il Renewable Energy and Jobs Annual Review 2017 (sito IRENA)

Sauro Secci

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fonti Rinnovabili e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...