Le neostrade a Pontedera: insieme per cambiare volto alla viabilità “made in Italy” si può

locandina_convegno_definitivaUn’altra giornata memorabile quella del 13 ottobre al Museo Piaggio di Pontedera, dove si è svolto il convegno “dalle autostrade alle neostrade….”. Una occasione ulteriore per dimostrare ancora una volta come il nostro paese abbia un assoluto bisogno di fare squadra e quindi rete, come unico antidoto per dare una spallata alla profonda crisi strutturale e di modello che stiamo vivendo. Anche lo specifico argomento trattato, legato al cruciale tema della mobilità e della rimodulazione delle strutture viarie esistenti, ha confermato questa sostanziale esigenza, con l’Italia ancora una volta capace di esprimere meravigliose individualità, da contestualizzare però in un approccio strutturato alla problematica. Questo primo sostanziale obiettivo del convegno, crediamo sia stato sostanzialmente raggiunto, in un ambito estremamente composito, all’interno del quale, tematiche come energie rinnovabili, efficienza energetica, nuovi materiali, nuovi vettori energetici e nuovi combustibili, nuove tecniche di progettazione integrata, tecnologie avanzate ICT di monitoraggio, controllo e gestione si sono legate a doppio filo.
A partire dai prossimi giorni nel sito Ecquologia passeremo in rassegna, approfondendoli anche attraverso contributi video, i tanti preziosi contributi emersi in questo convegno davvero ricchissimo di stimoli e di contributi per cambiare radicalmente volto alla assoluta insostenibilità dei nostri trasporti e della nostra viabilità. L’introduzione del convegno è stata affidata al Vice Presidente Giga, Fabio Roggiolani, organizzatore principale dell’evento che ha illustrato il progetto “Autostrade 2.0: dalla Autostrade alle Noestrade”, presentato insieme al sottoscritto nella recente edizione di Ecofuturo 2015 (vedi video in calce al post).
Ecco una aggregazione delle tematiche trattate:

Nuovi mezzi di trasporto nelle neostrade

  • Roberto Roasio (Ecomotive Solutions) – La tecnologia diesel dual fuel per il revamping dei mezzi pesanti a gasolio verso il GNL e l’Euro IV
  • Dario Cingolani (LOGICOMPANY 3 Trasporti srl) – I nuovi mezzi a GNL nel sistema di logistica delle merci.
  • Carlo Giangregorio (Generplus Spa) – La mobilità elettrica nei nuovi scenari delle neostrade
  • Renzo Ciucci (H.V.M. High Vacuum Maintenance Srl) – I nuovi serbatoi criogenici “Made in Italy”per la mobilità GNL

L’evoluzione dei combustibili nelle neostrade

  • Paolo Cinquini (Saver Srl) e Rossano Granchi (Gruppo Granchi Spa) – le nuove pavimentazioni ecologiche e drenati come alternativa all’asfalto nelle neostrade
  • Gianpietro Chinellato (Schmack Biogas Srl) e Piero Gattoni (Presidente CIB) – Il biometano come nuovo combustibile rinnovabile nella mobilità sostenibile
  • Giuseppe Mele (GM Service Livorno -ex agente ENI) – Il GNL in Italia: storia, evoluzione, prospettive nel nuovo scenario delle neostrade

Le energie rinnovabili nelle neostrade

  • Franco Donatini (Dipartimento Energetica Università di Pisa) – Le neostrade come grande polo energetico rinnovabile in Italia
  • Alessandro Patrizi (Eneco srl) – Il fotovoltaico innovativo e il potenziale della fibra ottica per le neostrade)
  • Marco Matteini (Fedi Impianti srl) – Le energie rinnovabili e le autostrade: evoluzione e prospettive
  • Angiolo Sabatini (Sabatini R.E. Srl) – Il microeolico distribuito nelle neostrade
  • Giuliano Gabbani (Dip. Scienze della Terra Università di Firenze)  – La geotermia a bassa entalpia per le aree di servizio e per l’antigelo nelle neostrade)

L’innovazione e la ricerca e sviluppo nelle neostrade

  • Francesco Vellucci (ENEA – Laboratorio Mobilità Sostenibile ed Accumulo Energetico) – Il ruolo della ricarica rapida nel trasporto pubblico
  • Michele Potenza (Ilia SpA) – Il sistema automatico Free Flow di esazione dei pedaggi
  • Stefano Frigo (Dip. Energetica Università di Pisa) – motore alimentato ad ammoniaca: un progetto Toscano per una mobilità ecosostenibile
  • Antonella Felli (Libera Professionista Progettazione infrastrutture) – L’approccio integrato nei criteri di progettazione stradale

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Impatto Ambientale, Mobilità Sostenibile e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Le neostrade a Pontedera: insieme per cambiare volto alla viabilità “made in Italy” si può

  1. Pingback: La mobilità elettrica nei nuovi scenari delle neostrade | L'ippocampo

  2. Pingback: Qualità dell’ambiente urbano 2015: la radiografia Ispra sulla qualità dell’aria | L'ippocampo

  3. Pingback: Autostrade elettriche per il trasporto delle merci, primi test in Svezia | L'ippocampo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...