Emissioni di metano: nuovo mangime per bovini aiuta a ridurle

dairy cowsCome abbiamo modo di constatare anche materialmente, i cambiamenti climatici hanno effetti sempre più evidenti e palesi, anche attraverso eventi meteorologici estremi decisamente atipici rispetto alla latitudine dei luoghi nei quali si verificano. Tra i gas classificati come “climalteranti”, quello divenuto di riferimento è oramai la CO2, che non rappresenta però il gas serra a più alto potenziale di danno sul clima. Infatti, lo stesso metano, rilasciato in atmosfera, fa più male al clima di quanto comunemente si pensi, visto il suo potere climalterante superiore di circa 30 volte rispetto a quello della CO2. Oltre alle perdite nel processo di estrazione di trasporto finisce in atmosfera dal 2 al 7% del metano, Un impatto ambientale assolutamente significativo per il rilascio di metano in atmosfera. è quello legato agli allevamenti, soprattutto a quello dei bovini, inseriti non a caso tra i siti più impattanti, nella Direttiva Comunitaria 96/61/CE sulla prevenzione e la riduzione integrate dell’inquinamento, meglio conosciuta come IPPC (Integrated Pollution Prevention and Control) (vedi post “Nuovo Studio FAO: possibile un taglio del 30% delle emissioni climalteranti degli allevamenti“). Si è trattato, sino dalla sua emanazione di una Direttiva quella, che aveva come obiettivo già da allora, il raggiungimento di un elevato livello di tutela ambientale nel suo complesso basato in particolare sulla prevenzione, riduzione, e per quanto possibile, eliminazione dell’inquinamento intervenendo innanzitutto alla fonte nonché garantendo una gestione accorta delle risorse.

Stampa

Fonte FAO – 2013

Importanti in questo senso le azioni preventive messe in ponte sul piano della alimentazione degli animali, quello dei mangimi definiti anche come “feed”, con la messa a punto di mangimi sperimentali in grado di ridurre le emissioni di metano generate dal processo digestivo. Si tratta della linea di ricerca portata avanti dalla DSM, una società scientifica olandese che si occupa di salute, nutrizione e materiali. Gli esperti sono riusciti a produrre una polvere, in collaborazione con la Penn State University, che addizionata alla dieta dei ruminanti permette di ridurre sostanzialmente le emissioni di metano all’interno del rumine. Si tratta in sostanza di un vero e proprio integratore, testato su 48 vacche da latte per 12 settimane. Davvero lusinghieri i risultati con ben il 30% di produzione di metano in meno, una crescita di peso rispetto all’applicazione di una dieta convenzionale e senza nessuna influenza sulla produzione di latte.
Un risultato importante tenendo conto che secondo alcuni studi all’allevamento dei bovini è imputata l’emissione di ben il 15% dei gas serra a livello globale. I dati sono stati appena pubblicati sugli Atti della National Academy of Sciences (link), una delle più importanti riviste peer-reviewed. Il prosieguo della ricerca proseguirà, con la DSM che spera di rendere disponibile il prodotto sul mercato già entro il 2018.
Non si tratta del primo progetto con questo obiettivo, visto che un primo tentativo in questa direzione è stato effettuato Germania, con una pillola da introdurre nella dieta bovina, sempre con lo scopo di ridurre le emissioni di metano con risultati significativi in Galles dove si erano osservati gli effetti benefici dell’aglio in questo contesto. Si tratta ovviamente di una serie di sperimentazioni da valutare molto bene sul lungo termine, per capire gli effetti dei composti usati sulla qualità della carne e del latte, oltre che sulla salute stessa dell’animale.

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...