GNL: arriva anche il primo traghetto ad alta velocità

GSI-Ferry-Final-RenderNon mi manca certo occasione di dare conto dalle pagine del mio blog, della grande vivacità che sta in questi ultimi anni manifestando, un combustibile come il GNL (Gas Naturale Liquefatto), che oramai sta proponendo nuove soluzioni in ogni ambito della mobilità, soprattutto quella pesante. Nuove importanti soluzioni si rilevano nel trasporto merci su gomma (vedi post “Trasporto merci su gomma e Euro VI: i primi mezzi arrivano nella Grande Distribuzione Organizzata“), nella navigazione marittima (vedi post “GNL come evoluzione del concetto di “combustibile”: la rivoluzione si fa strada anche in Italia“) ed addirittura in quella ferroviaria con un progetto tutto russo (vedi post “Ancora GNL combustibile del futuro: questa volta “arriva come un treno”……“). Ma voglio tornare forse al settore che sta conseguendo la maggiore maturità in ambito GNL, quello della navigazione, dal momento che è in fase di costruzione in Cina il primo traghetto ad alta velocità al mondo per trasporto passeggeri alimentato a GNL, che destinato all’operatore svedese Rederi AB Gotland (link sito), equipaggiato con una soluzione integrata di un gigante dei motori marini come Wärtsilä, che proprio in Italia, con la ex Grandi Motori Trieste, ha una delle sue anime più significative. Si tratta di una nave della lunghezza di 200 metri, in costruzione presso il cantiere della Guangzhou Shipyard International, della quale è prevista la consegna nel 2017, quando navigherà tra la terraferma svedese e l’isola di Gotland, trasportando circa 1.650 passeggeri, con 1.750 metri di corsie per automezzi e in grado di alloggiare un numero corrispondente di autovetture, camper e bus. Molti, sono i vantaggi ambientali legati all’utilizzo del GNL, in luogo degli inquinantissimi combustibili fossili correnti (in certi casi addirittura l’olio combustibile denso “BTZ”, molto vicino al bitume). La nuova soluzione integrata Wärtsilä infatti, include un sistema completo di approvvigionamento e stoccaggio del combustibile e propulsione a GNL, unito a una serie di servizi completi correlati al progetto. Il nuovo traghetto veloce a GNL, sarà infatti conforme alle norme Tier III dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO) sulle emissioni di ossido di azoto (NOx). Inoltre, sarà in grado di rispettare anche i limiti sulle emissioni di ossido di zolfo (Sox) richiesti per operare nelle aree di controllo delle emissioni di zolfo (SECA) del Nord Europa. Al pieno rispetto dei più severi standard normativi sulle emissioni, il traghetto sarà in grado di rispettare anche i requisiti del Codice IGF recentemente approvato dall’IMO sulla sicurezza delle navi a GNL. Come ha rilevato Mr Håkan Johansson, Amministratore Delegato di Rederi AB Gotland, “questa nave avrà un impatto ambientale minimo e siamo orgogliosi di lavorare con Wärtsilä per realizzare tutto questo. Il know-how e l’esperienza di Wärtsilä nelle navi alimentate a gas sono ineguagliati nel settore” . Lunga e ricca di successi è la collaborazione tra Wärtsilä e la cinese GSI su progetti di varie tipologie di navi, tuttavia, si tratta delwarsila primo progetto delle due società su una nave a GNL. Le due aziende hanno già preannunciato che, nel prossimo futuro, saranno realizzate in partnership anche ulteriori imbarcazioni funzionanti a Gnl. La fornitura di Wärtsilä è comprensiva di quattro motori dual-fuel Wärtsilä 50DF, due sistemi di trasmissione, due propulsori a passo variabile (CPP) con sistema di controllo a distanza, due timoni Energopac, due propulsori a tunnel, quattro generatori ausiliari Wärtsilä 20DF dual-fuel, due sistemi di trattamento del gas Wärtsilä LNGPac, gruppi valvole gas, un sistema silenziatore compatto (CSS), un sistema di gestione delle acque di zavorra Wärtsilä Aquarius UV approvato IMO, un separatore delle acque miste a olio con protezione delle acque di sentina per monitorare e prevenire la fuoriuscita in mare delle acque miste a olio, servizi di gestione del progetto, servizi di ingegneria necessaria per l’integrazione, servizi di messa in opera e supervisione in loco durante l’installazione. La consegna dell’attrezzatura Wärtsilä inizierà alla fine del 2015 e si prevede che la nave sia operativa in Svezia, come già detto, nel 2017.

A seguire un bel contributo filmato che illustra il nuovo LNGPac™ di Wärtsilä

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Mobilità Sostenibile e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...