Smart City Exhibition a Bologna: Enea presenta 10 progetti di Smart City

logoUna autentica Kermesse sul futuro delle città, quello dello Smart City Exhibition 2014 svoltosi a Bologna (link sito), dedicata ad un tema ripetutamente trattato su questo blog (vedi post “Smart City Index, il ranking dei 116 comuni italiani più smart“)e, nell’ambito del quale sono stati presentati oltre 10 progetti “smart” per il miglioramento della qualità della vita nelle nostre città, implementate da ENEA. Si tratta di progetti basati sull’applicazione di tecnologie “intelligenti” nelle aree urbane, finalizzate e fondamentali nell’ottica della riduzione dei consumi con la promozione di efficienza energetica e di sostenibilità ambientale sempre più variegata, anche attraverso una gestione integrata dei servizi, conimmagine la forte integrazione delle reti attraverso il monitoraggio e controllo. Al riguardo, il Commissario dell’Enea Prof. Federico Testa sostiene che “come ENEA abbiamo nel DNA la ricerca e lo sviluppo di tecnologie innovative, da rendere poi disponibili e trasferire ai diversi soggetti coinvolti; in questo caso si tratta delle amministrazioni pubbliche, del sistema industriale, ma anche dei singoli cittadini, i più diretti interessati alla qualità dei servizi nei centri urbani’. In questa direzione, secondo Testa, fra i progetti di più SmartCities-300x300immediato interesse per i comuni, vi sono quelli incentrati sulla realizzazione di servizi smart per l’illuminazione pubblica, la mobilità sostenibile, la gestione energetica degli edifici e la micro generazione distribuita, il monitoraggio ambientale, l’ICT, la sicurezza, il ciclo dei rifiuti, le reti idriche ed energetiche. Venendo allo specifico dei singoli progetto nazionali di smart cities, presentati dai tecnici ENEA, tra i principali abbiamo:

  • Il progetto “Smart Village”: per la sperimentazione di servizi e tecnologie smart nei centri urbani.
  • Il progetto “City 2.0”: in corso all’Aquila, e del quale ho avuto modo di parlare nel post “Dal terremoto nasce una smart city: il progetto de L’Aquila“.
  • Il progetto “Res Novae”: finalizzato allo sviluppo di una piattaforma integrata per la distribuzione energetica, la gestione del traffico e il monitoraggio in tempo reale del centro urbano.
  • Il progetto “Pell”: per la realizzazione di un centro di raccolta dati e diagnostica sui consumi energetici e l’analisi delle prestazioni di impianti di illuminazione pubblica e di edifici pubblici.
  • Il progetto Espresso (link): per l’utilizzo delle cabine elettriche secondarie per rendere disponibili servizi smart agli utenti della rete.
  • Il progetto Lumière:  un grande progetto dedicato all’efficienza energetica nel settore dell’illuminazione pubblica, costituito da autentiche linee guida per gli enti locali, al quale hanno già aderito ben 800 comuni (vedi post “Al via “Lumière”, le linee guida ENEA-RSE per l’illuminazione pubblica“).
  • il progetto “Smart Basilicata”: progetto di più ampio respiro territoriale, finalizzato allo sviluppo di processi organizzativi, modelli gestionali e soluzioni tecnologiche innovative per la gestione sostenibile ed efficiente del sistema energetico ed ambientale in Basilicata.
  • Il progetto “Brescia Smart Living”: che coniuga innovazione, sicurezza e risparmio nei settori energia e servizi, all’insegna del concetto di “smart district” in un rispettoso e fondante abbraccio tra passato e futuro.
  • La famiglia di progetti del programma europeo “CIPRNet” (link sito): finalizzati a creare un Centro Virtuale per la condivisione della conoscenza, delle metodologie di analisi e simulazione nella Protezione delle Infrastrutture Critiche.
  • Il progetto “RoMA” (link presentazione progetto): finalizzato alla creazione di un Centro multi-settoriale CSAM – Centro per la Sicurezza dell’Area Metropolitana, nella capitale.

Un fronte esteso e di grande impegno, quello dell’ENEA sulla nuova filosofia urbana delle smart cities, che si aggiunge ad altri interessantissimi progetti in corso, promossi da altri enti come il CNR, del quale ho recentemente parlato, per il progetto in corso nella meravigliosa perla di Siracusa (vedi post “Siracusa città smart 2.0: anche la meravigliosa Ortigia in questo abbraccio tra un grande passato e un futuro smart“).

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Etica e Sostenibilità, Generazione Distribuita e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Smart City Exhibition a Bologna: Enea presenta 10 progetti di Smart City

  1. Pingback: Evoluzione verso le Smart Cities: arriva anche la “panchina intelligente 2.0” | L'ippocampo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...