Qualità della vità in ambito urbano: ecco le 10 città più vivibili al mondo

melbourneAnche quest’anno, come ogni anno ecco il “Global Liveability Ranking 2014” della rivista Economist (link sito), con la classifica mondiale relativa alla vivibilità urbana. Una classifica che ancora una volta non vede il cosiddetto mondo occidentale di riferimento con Europa ed USA nelle avanguardie. Secondo la rivista americana infatti, si conferma città metropolitana più vivibile al mondo, per il quarto anno consecutivo, l’australiana Melbourne, città non certo nuova a riconoscimenti del genere, riconosciuta leader tra le città smart, in uno specifico studio UNEP (vedi post “Città smart nel mondo: il punto in un Rapporto UNEP con Melbourne sugli scudi“).  Sono infatti Australia, Canada e Nuova Zelanda a fare la parte del leone nel nuovo TOP10 mondiale della vivibilità, occupando ben 8 posizioni delle 10 città elencate nel Report econ il “V continente”, l’Oceania che occupa la metà delle posizioni del TOP10. Il Global Liveability Ranking ha analizzato le caratteristiche di 140 città in tutto il mondo, attraverso 30 diversi indicatori legati a temi come sanità, istruzione, cultura, ambiente, economia e infrastrutture, attribuendo un punteggio fino a 100 punti nella scala di vivibilità. Un tema sul quale si è cementata recentemente, relativamente alle città italiane, la nostra ISTAT (vedi post “Qualità dell’ambiente urbano: ecco uno specifico Rapporto ISTAT“). L’Australia può vantare nelle prime dieci città, oltre a Melbourne, anche Adelaide, Sidney e Perth, mentre a salvare l’Europa ci sono Vienna, che si colloca al secondo posto in classifica per indice di vivibilità ed Helsinky collocata invece all’ottavo posto. Certo, come sottolinea lo stesso Economist, il peso del numero di abitanti e della densità di popolazione non deve essere sicuramente trascurato, dal momento che vivere in Australia, dove la densità di popolazione arriva a circa 3,88 persone per km quadrato, con un indice di antropizzazione decisamente più basso, è sicuramente molto diverso che vivere negli Stati Uniti dove si raggiungono i 46 abitanti per km quadrato. Tuttavia questo fattore non può essere l’unico determinante, dato che l’Austria, seconda classificata con Vienna, ha una densità pari a 100 abitanti per kmq. Tra le evidenze del report, il fatto che le città più vivibili siano corrispondenti a quelle con un tasso di occupazioneè più alto, un eccellente sistema sanitario e dell’istruzione, ed un rispetto per l’ambiente strettamente correlato alla qualità della vita del singolo cittadino.

Una città davvero in grande evidenza Melbourne, sugli scudi anche nei nuovi scenari di smart city, già citati in premessa, dal momento che negli ultimi anni si è sicuramenteVictoria-Harbour distinta in molti settori, come quello della riqualificazione edilizia, con la realizzazione del quartiere con il più alto numero di edifici in classe A e ad alta efficienza energetica dell’Australia, il Victoria Harbour (vedi foto a destra), all’interno del quale ha trovato inoltre posto l’edificio più alto mai realizzato con struttura portante in legno, fatto di ben 10 piani (vedi foto seguente).
Forte_Living_MelbourneInnumerevoli poi le azioni intraprese dalla città australiana nel percorso verso la sostenibilità, impegnandosi fortemente per il traguardo 2020 Carbon neutral, con il conseguimento di una certificazione che ha visto il City Council di Melbourne impegnato fortemente sulla promozione della bioedilizia, partendo dal patrimonio pubblico e da un nuovissimo Municipio completamente carbon neutral, puntando ad un drastico abbassamento dei consumi, e con grandi interventi anche nel settore della mobilità, con una drastica riduzione delle emissioni inquinanti.
A seguire ecco la classifica delle prime dieci città più vivibili secondo il Liveability Ranking 2014:

1 – Melbourne, Australia
2 – Vienna, Austria
3 – Vancouver, Canada
4 – Toronto, Canada
5 – Adelaide, Australia
6 – Calgary, Canada
7 – Sydney, Australia
8 – Helsinki, Finlandia
9 – Perth, Australia
10 – Auckland, Nuova Zelanda

Credo sia interessante poi dare un’occhiata alle retrovie della classifica tra le città prese in considerazione dal rapporto, con le ultime dieci posizioni, che vendo Africa ed alcune città orientali completare il quadro:

131 – Abidjan, Costa d’Avorio
132 – Tripoli, Libya
133. Douala, Camerun
134. Harare, Zimbabwe
135. Algeri, Algeria
136. Karachi, Pakistan
137. Lagos, Nigeria
138. Port Moresby, Papua Nuova Guinea
139. Dhaka, Bangladesh
140. Damasco, Syria

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Etica e Sostenibilità, Impatto Ambientale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...