Frigoriferi del futuro: gas free senza compressori grazie ai materiali termomagnetici

frigoriferoUno degli elettrodomestici che per primo è entrato nello nostre abitazioni, a seguito della elettrificazione di massa, è stato indubbiamente il frigorifero, di cui ho un ricordo indelebile, quando, nel 1961, fece accesso anche nella mia casa. Una tecnologia, quella utilizzata per quasi 100 anni nei frigoriferi, basata sull’utilizzo di particolari gas e compressore, con i primi, perlomeno nelle specie utilizzate fino ad alcuni anni fa, tra i maggiori climalteranti, insieme alla CO2, come i CFC (CloroFluoroCarburi), le cui emissioni, insieme a quelle di molte altre molecole contenenti cloro e fluoro sono regolamentate dal Protocollo di Montreal, in vigore dal 1/1/1989 con successive revisioni. Interessante in questo ambito, lo sviluppo di una svolta tecnologica anche per i frigoriferi, sul quale sta lavorando il colosso americano General Electric, che sta sviluppando un frigorifero avveniristico che, al posto dei liquidi refrigeranti chimici e di un compressore elettrico, utilizza speciali invece materiali magnetici con particolari caratteristiche per abbattere la temperatura. Ma la nuova tecnologia in sviluppo, oltre a fornire indubbi vantaggi ambientali, sarà capace di offrire, secondo i ricercatori anche importanti vantaggi economici, visto che il nuovo frigorifero termomagnetico sarà più efficiente del 20% rispetto agli attuali frigoriferi e pronto essere messo in commercio entro il 2020.

Una tecnologia, quella magneto-termica utilizzata nel progetto, che riprende e si sviluppa a250px-Emil_Gabriel_Warburg_(1846-1931) partire dalle ricerche condotte nel lontano 1880 dal fisico tedesco Emil Warburg (vedi foto a destra), che aveva scoperto che alcuni metalli si riscaldano quando vengono posti nelle vicinanze di magneti. Quegli spunti rivisti con le tecnologie e le conoscenze oggi disponibili si presentano in modo molto differente da allora e per questo i ricercatori sono alla ricerca dell’ottenimento di metalli magnetotermici speciali, in grado di massimizzare l’efficienza della idea di base.

Nel nuovo sviluppo, viene utilizzato un fluido a base di acqua che scorre attraverso una serie di magneti per trasferirvi il calore, potendo così eliminare i tradizionali refrigeranti ge_termomagneticochimici ed il compressore. Come illustra Michael Benedict, ingegnere progettista presso GE Appliances “Abbiamo iniziato 10 anni fa con una macchina enorme in grado di abbassare la temperatura di soli 2 gradi. L’obiettivo è quello di ottenere una dimensione tale da poter integrare il sistema in un frigo”. Anche Venkat Venkatakrishnan, team leader del progetto sostiene che “non mancano i problemi, ma siamo sulla strada giusta per rivoluzionare il mondo della refrigerazione. Abbiamo iniziato con una macchina enorme che non ha prodotto grandi risultati, ma via via siamo riusciti a progredire e adesso il nostro prototipo è poco più grande di un carrello. L’obiettivo è quello di realizzare un corpo refrigerante magnetico che possa essere effettivamente inserito in un normale frigorifero domestico“. “Abbiamo speso gli ultimi 100 anni per rendere la tecnologia di refrigerazione più efficiente, ora noi stiamo lavorando su una nuova tecnologia che varrà per i prossimi 100“. Sicuramente un altro ambito importante in cui si potrebbe creare una nuova piccola rivoluzione, sia in ambito domestico, con uno degli elettrodomestici di riferimento per ogni abitazione, ma anche nell’ambito della rigenerazione, branca estrema della cogenerazione che prevede la generazione simultanea di energia elettrica, calore e frigorie, sostituendosi agli attuali absorbitori utilizzati per produrre freddo.

A seguire un interessante video che ci introduce all’idea su cui sta lavorando G.E.

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fonti Rinnovabili, Efficienza Energetica, Ambiente, Impatto Ambientale e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Frigoriferi del futuro: gas free senza compressori grazie ai materiali termomagnetici

  1. Davide ha detto:

    Caro Sauro anche Einstein si era cimentato nel campo (in realtà molto del lavoro era stato fatto da Szilard) http://en.wikipedia.org/wiki/Einstein_refrigerator
    Argomento molto interessante
    Grazie del post

    • predaelli ha detto:

      Il frigorifero di Einstein è ancora usatissimo, specialmente nei frigoriferi montati su camper e caravan. Una fiammellina e via.

  2. fabio ha detto:

    si vede che non sei un frigorista……..ciao.
    speriamo che escano presto questi apparecchi aiuteranno ad un notevole passo avanti per l evoluzione e per il pianeta

    • saurosecci ha detto:

      infatti non sono un esperto dle settore, mi aveva solo incuriosito a suo tempo la notizie e l’avevo approfondita nel mio blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...