Incrementare l’efficienza delle turbine eoliche sul sito operativo: arriva PowerUp, la soluzione di General Electric

Wind turbines farmLa caratterizzazione anemologica di un sito è una parte fondamentale ed imprescindibile per procedere alla valutazione di opportunità di un progetto di installazione di una cosiddetta wind-farm, o parco eolico. Una fase che prevede ovviamente una campagna di misura di adeguata estensione temporale, di almeno un anno o più, e la integrazione di modellistica dell’atmosfera e di appositi software per la ottimale collocazione delle turbine eoliche, anche in funzione della orografia del sito. A valle di questa fase, se sciolta positivamente, si procede alla scelte del tipo di macchina più idonea alla installazione, anche in base alle caratteristiche anemologiche e di turbolenza oltre che orografiche del sito. Si tratta di una serie di valutazione ex-ante, propedeutiche quindi alla installazione.

Un altro fronte importante su cui agire per ottenere la massima rimuneratività produttiva dalle macchine installate potrebbe essere costituita dalla ottimizzazione del comportamento delle macchine scelte per l’installazione durante la fase di esercizio, partendo dal presupposto della assoluta unicità di qualunque sito. E’ su questo fronte che ha elaborato ge General Electric-wind-turbineuna soluzione, General Electric, ideando un software denominato PowerUp, in grado di incrementare di almeno il 5%, l’efficienza delle turbine eoliche già installate. Il software GE, analizza le turbine eoliche prima e dopo la produzione di energia, ottimizzandone il rendimento energetico annuale, attraverso la regolazione della velocità, del passo, dell’aerodinamica e dei diversi controlli della turbina. Come dicevo, secondo i dati riportati da GE, si tratta di una tecnologia capace di incrementare del 5% l’efficienza energetica delle singole turbine producendo un incremento del 20% dei profitti, come evidenziato nell’area tratteggiata del grafico seguente, sovrastante la curva di potenza della macchina, tracciata in blu.

PowerUpCurve

GE ha raggiunto nei mesi scorsi un accordo con il gigante energetico tedesco E.ON, che prevede l’installazione di PowerUp su ben 469 turbine, per una potenza installata complessiva di circa 703 MW, oltre e lavorare con EDP Renewables per integrarlo su 402 turbine dislocate in cinque diversi parchi eolici negli Stati Uniti per una potenza installata complessiva di circa 603 MW.

Il software elaborato è stato studiato per il momento per una specifica turbina eolica, esattamente la GE 1.5-77 da 1,5 MW, prodotta da General Electric, della quale esistono 9.000 installazioni solo negli Stati Uniti e, secondo le analisi dell’azienda americana, anche solo calcolando un incremento dell’1% della produzione energetica di esse, si potrebbero generare oltre 420 mila MWh aggiuntivi all’anno, permettendo di soddisfare il fabbisogno energetico di 33 mila abitazioni americane. Raggiungendo l’auspicato 5% di incremento di efficienza, sarebbe produrre una quantità addizionale di energia sufficiente per 165.000 abitazioni.

A seguire un filmato animato che ci introduce al nuovo software messo a punto da GE

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fonti Rinnovabili, Efficienza Energetica, Ambiente e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...