Reti elettriche ad alta tensione: un futuro “sotterraneo”

sostenibileUna delle maggiori criticità nel sistema di interconnessione nazionale della rete elettrica ad alta (220 KV) ed altissima tensione (380 KV) nel nostro paese, è connessa indubbiamente con l’impatto paesaggistico, in un paese dalle tantissime eccellenze, oltre che sanitario legato alle possibili interazione dei campi magnetici a bassa frequenza, sulla salute umana. Nuove impostazioni sembrano prevalere nel gestore della Rete Nazionale TERNA, che sta dando una svolta “sotterranea” a nuovi grandi progetti infrastrutturali, proponendosi all’avanguardia in Europa, candidandosi a giocare un ruolo da protagonista nell’ambito del futuro mercato europeo dell’energia. E’ infatti di questi giorni la presentazione del progetto, presentato da Terna Group, relativo alla nuova interconnessione elettrica Italia-Francia, con tecnologia tutta italiana ed un investimento europeo di 1,4 miliardi (800 milioni italiani, 600 francesi), attraverso un cavo sotterraneo della lunghezza di 190 km a correntecavoitafrag continua, di cui esattamente la metà in territorio italiano, che collegherà la stazione di Piossasco, alle porte di Torino, con Grand’Ile (vedi figura a destra), nella Savoia francese. Nessun cavo elettrico si prospetterà quindi all’orizzonte, come ingombro al paesaggio, senza alcun danno di matrice ambientale nella bella vallata di montagna del Sangone, che corre parallela alla Val di Susa. Raddoppiata anche la portata elettrica che sale dagli attuali 2.650 MW della infrastruttura attuale di collegamento tra i due Paesi ad oltre 4.400 MW. Il Ministro per lo Sviluppo Economico Flavio Zanonato, ha definito la nuova opera “una scelta strategica dal punto di vista comunitario, e l’Italia per una volta si trova in posizione d’avanguardia. Oggi parte la costruzione con la Francia di quella che sarà la più importante frontiera elettrica del nostro Paese. Quest’opera è decisiva per la realizzazione del mercato dell’energia, ed è un esempio flavio-cattaneo2d’avanguardia”. Una nuova infrastruttura sicuramente interessante anche nei numeri presentati dall’ad di Terna, Flavio Cattaneo (foto a destra), che ha sottolineato che la nuova opera “consentirà risparmi sulle bollette degli italiani per circa 150 milioni di euro”; offrendo poi, punto di vista tecnologico, soluzioni ingegneristiche assolutamente innovative e di avanguardia, vedendo il coinvolgendo di 70 imprese e di 500 lavoratori: Sugli scudi, ovviamente, la valenza ambientale, dal momento che, il cavo interrato consentirà di ottimizzare l’impatto paesaggistico. Al completamento della nuova opera infrastrutturale, prevista per il 2019, i flussi energetici tra Italia e Francia saranno più veloci ed abbondanti, con evidenti positivi riflessi sul costo dell’energia e senza ingombranti tralicci ad ingombrare panorami e paesaggi. Come hanno fatto rilevare i due massimi esponenti di Terna, Flavio Cattaneo, e della corrispondente francese di RTE Dominique Maillard, la nuova infrastruttura apre un “corridoio elettrico” che a livello europeo può essere considerato infrastruttura del futuro. Cattaneo a poi aggiunto “che l’opera è significativa sul piano interno, sia per l’indotto, sia perché renderà la rete maggiormente sicura. Secondo Cattaneo, “la scelta di alcuni Paesi di abbandonare in nucleare,  porterà a un cambiamento di scenario tale da poter incidere sul nostro PIL. Le infrastrutture assumeranno un valore strategico discriminante”. Una Italia che per una volta dimostra di essere pronta ha raccogliere le sfide di uno scenario elettrico in continuo rinnovamento, in un tassello strategico del mercato unico dell’energia, finalizzato ad aumentare la sicurezza e la stabilità della rete continentale, grazie ai maggiori scambi di elettricità fra Paesi diversi.

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fonti Rinnovabili, Efficienza Energetica, Ambiente, Impatto Ambientale e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...