Giugno 2013: con i nuovi dati TERNA si consolida l’avanzata delle rinnovabili

Grandi conferme dai dati del Rapporto Mensile di Terna, scaricabile in calce al post, sulla grande rivoluzione in atto nel mercato elettrico nazionale, contraddistinta proprio da due fattori predominanti:

  • calo continuo dei consumi sotto la morsa perdurante della crisi, in calo del 6,2% rispetto al giugno 2012;
  • significativa crescente avanzata delle rinnovabili che ha violato la storica soglia del 50%.

4795_terna_ingegneri_LLe rinnovabili sono risultate infatti, sulla produzione netta, il 50,2% del totale (tenendo conto che nella componente termoelettrico, almeno 1 TWh è da biomasse per la pratica del “Cofiring” (cocombustione in impianti a carbone), (vedi post “biomasse: variegato settore delle rinnovabili….“), dal momento che, a fronte di una produzione di 22,7 TWh di energia elettrica, circa 11,4 TWh sono state prodotte da fonti energetiche rinnovabili. Un superamento del 50% della produzione da rinnovabili si era in verità registrato anche a maggio 2013; per l’esattezza si era registrata una percentuale di quasi il 53% (11,9 su 22,5 TWh totali). Nello scorso mese di giugno le rinnovabili nazionali hanno coperto il 44,3% della domanda del mese con una produzione da solare fotovoltaico di 2,7 TWh equivalente all’11,9% di quella totale e capace il 10,5% della domanda elettrica su base mensile. A livello di raffronti con il 2012 da e evidenziare il continuo calo della domanda e della produzione termoelettrica, contestuale all’aumento della produzione da rinnovabili come riportato di seguito:

  • quota di rinnovabili sulla produzione netta dal 38,2% del 2012 al 50,2% del 2013;
  • quota di rinnovabili sui consumi totali dal 33,9% del 2012 al 44,3% del 2013.

Eloquente nel confronto anche la tabella di Terna riportata di seguito, che evidenzia il crollo della produzione termoelettrica del -22,8% rispetto al giugno 2012, e la consistente crescita di tutte le fonti rinnovabili, ad esclusione del geotermolettrico sostanzialmente stabile anche per l’ancora di fatto non avvenuta liberalizzazione del settore.

terna-dati-giugno
In giugno si è registrata in Italia, una domanda di energia elettrica pari a 25,8 miliardi di kWh, inferiore come già detto, del 6,2% al giugno 2012, che, rettificato in funzione di un giorno lavorativo in meno e di una temperatura media inferiore di 0,5 gradi, porta ad una diminuzione effettiva del 5,2%, con la potenza massima richiesta di 52.061 MW avvenuta giovedì 20 giugno. A livello semestrale, si registra un calo del 4,1% della produzione elettrica netta rispetto al primo semestre 2012 con 135,7 TWh, mentre la domanda di energia elettrica, registra una diminuzione del 3,9%, passando da 162,1 TWh nel primo semestre 2012 a 155,7 TWh, che, sempre a calendario normalizzato corrisponderebbe ad un -3,3%. Evidente il crollo della produzione termoelettrica con un -16,3%, a cui fa da contraltare una grandissima crescita di idroelettrico (+37,9%), eolico (31,4%) ed un fotovoltaico che cresce del 15,2%. In attesa che Terna fornisca anche il dato esatto della produzione da biomasse utilizzate nel termoelettrico, le rinnovabili hanno rappresentato, nel primo semestre 2013, il 41% della produzione elettrica nazionale e il 35,7% della domanda di elettricità. Nel primo semestre 2013, il fotovoltaico ha soddisfatto il 6,85% della domanda elettrica ed il 7,86% della produzione. Altro dato importante da evidenziare in questo primo semestre, la grande sofferenza degli impianti termoelettrici a ciclo combinato a gas, che per il crollo della domanda elettrica a fronte del perdurare della crisi economica e per la concorrenza delle fonti rinnovabili e anche delle centrali a carbone, fa registrare un calo dei consumi di gas del -35,9% sul 2012 e del 40,1% sul 2011. Lo stesso dato sul consumo di gas per le centrali rispetto a 10 anni fa, si registra una contrazione di oltre il 43%, nonostante i circa 20 GW di nuova potenza installata da nuove centrali a gas realizzate (dati Snam Rete Gas, elaborati Staffetta Quotidiana).

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fonti Energetiche, Fonti Rinnovabili, Efficienza Energetica, Ambiente e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Giugno 2013: con i nuovi dati TERNA si consolida l’avanzata delle rinnovabili

  1. Pingback: Giugno 2013: con i nuovi dati TERNA si consolida l’avanzata delle rinnovabili | barbaror

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...