E-mobility: ecco le batterie alluminio-aria che promettono “mille miglia” di autonomia

batteryait_b_91611Quando mi è capitato di parlare, sempre più spesso, per la verità, in questi ultimi tempi, di sistemi di accumulo e di batterie, come elemento di svolta per la rivoluzione energetica in atto, ho accennato anche ad uno dei fronti più promettenti di sviluppo delle tecnologie di accumulo, undiscutibilmente costituito dalla famiglia delle cosiddette batterie metallo-aria (zinco-aria, alluminio-aria, etc.). Una famiglia di batterie promettentissima dal punto di vista di densità energetica ottenibile e di grandissimo valore ambientale, dal momento che utilizzano un catodo a ossigeno atmosferico e quindi aria (che riceve elettroni, riducendosi) e un anodo metallico (che cede elettroni, ossidandosi) . Interessanti in questi giorni, gli echi che ci giungono da Israele, dove la Phinergy, sostiene di aver sviluppato una nuova tecnologia di batterie metallo-aria, capace di rimuovere definitivamente gli atavici limiti di autonomia legata ai veicoli elettrici. il veicolo dimostrativo di test di Phinergy è costituito dacitroen_c1 una Citroen C1 (foto a destra), riadattata, che ospita una batteria agli ioni di litio nel bagagliaio, oltre a una batteria innovativa alluminio-aria utilizzata per estendere l’autonomia della vettura. Secondo il magazine on line sull’energia  Gizman (link sito), la tecnologia delle batterie metallo-aria israeliana avrebbe raggiunto un’autonomia di oltre 1.600 km con una singola carica. Si tratta di uno dei tanti poli di sviluppo costituiti da aziende e gruppi di ricerca universitari impegnati sul fronte delle batterie metallo-aria, alcuni dei quali presenti anche nel nostro paese, per incrementare l’autonomia dei veicoli elettrici. Tali batterie sono solite offrire un incremento del fattore capacità in dimensioni decisamente più compatte dal momento che, come accennavo in premessa, i catodi convenzionali sono sostituiti con ”catodi ad aria” più leggeri capaci di attirare l’ossigeno circostante. A seguire come sempre, come bussola di navigazione riporto un panel abbastanza esaustivo delle attuali tecnologie di accumulo di energia elettrica.

tecnologie di accumulo energia elettrica

Con la propria batteria metallo-aria, la Phinergy sostiene di aver risolto i prematuri cedimenti di CO2 visti in altre tecnologie delle batterie metallo-aria. Più in dettaglio l’elettrodo ad aria sviluppato da Pinergy, sarebbe basato su un catalizzatore a base di argento che consente all’ossigeno di penetrare nella cellula, bloccando l’ingresso di CO2 con il risultato di avere così un elettrodo ad aria capace di garantire migliaia di ore di attività operativa. La batteria Phinergy è costituita da 50 piastre in alluminio del peso totale di 25 Kg, ciascuna delle quali e’ in grado di fornire energia per circa 32 km di guida con una autonomia potenziale di oltre 1.600 km (le fatidiche “1ooo miglia”), con fermata ogni 200 km per rifornire l’impianto con l’acqua. Le piastre anodo in alluminio della batteria alluminio-aria hanno una densita’ energetica di 8 kWh/kg, pur non essendo ricaricabili. A batteria esaurita, questa deve essere sostituita, ma, come precisa il costruttore, l’alluminio e’ facilmente riciclabile e che cambiare la batteria con una nuova e’ sempre più veloce di un ciclo di ricarica (vedi mio post precedente sull’alluminio) . Secondo l’azienda israeliana, le batterie alluminio-aria, non ricaricabili, si rivelerebbero adatte a veicoli ad autonomia estesa che lavorano con una tradizionale batteria agli ioni di litio. Un funzionamento in tandem che vedrebbe la batteria agli ioni di litio destinata a garantire le esigenze energetiche dell’uso quotidiano, mentre la batteria alluminio-aria fornirebbe l’energia extra, se e quando necessario. Secondo Phinergy la propria tecnologia basate su batterie metallo-aria per veicoli potrebbe essere commercializzata entro il 2017, aggiungendo che anche il settore nautico leggero sarebbero un altro potenziale ambito applicativo estremamente interessante. Senza dubbio un promettentissimo settore delle tecnologie di accumulo quello delle batterie metallo-aria, destinato davvero a determinare nuovi scenari per applicazioni prioritariamente in ambito della mobilità che potrebbero raggiungere in prospettiva anche treni e navi, ma anche in quello, altrettanto importante negli accumuli stazionari nelle reti di trasmissione, distribuzione o utilizzazione interna di energia.

A seguire un bellissimo contributo video, decisamente ben fatto che ci introduce all’approccio dell’azienda israeliana all’accumulo di energia.

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Energy Storage, Mobilità Sostenibile e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a E-mobility: ecco le batterie alluminio-aria che promettono “mille miglia” di autonomia

  1. energisauro ha detto:

    Interessante! Avendo letto tra le righe “catalizzatore a base di argento”, non posso non pensare al prezzo. Hai per caso qualche riferimento ? grazie

    • saurosecci ha detto:

      Al momento non ce l’ho, appena lo acquisisco lo condividiamo, ti inforno che anche a livello di azienda in cui lavoro abbiamo un laboratorio che sta avendo risultati davvero promettentissimi, alla soglia della prototipazione, con tencnoligia base Zinco-aria. Comunque è evidente il grandissimo interesse che deve essere rivolto al comprato “Metallo-aria”, sopratutto quando si tratta di un metallo ampiamente disponibile e sopratutto riciclabile, l’aria invece fin che c’è vita……

  2. Pingback: Sistemi di accumulo: il litio e la sua doppia vita ed oltre insieme ad altri “giovani metalli” | L'ippocampo

  3. Pingback: Riciclo di alluminio: Europa ai vertici mondiali | L'ippocampo

  4. Pingback: Grandi mezzi di trasporto e mobilità elettrica: grandi obiettivi all’orizzonte | L'ippocampo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...