10 anni senza il Signor G

Sono passati oramai dieci anni dalla scomparsa di un artista, un grandissimo italiano, che come pochi ha raccontato l’Italia e gli italiani nell’era del boom economico, individuandone spesso, con grande preveggenza, elementi e tratti, che, riascoltando oggi, in tempo di crisi, molti dei suoi brani teatral-musicali, c’è lo fanno sentire ancora qui tra noi. Volevo fare un omaggio a questo grandissimo artista, spirito libero e “cane sciolto” come pochi, che rappresenta, da sempre, una parte importante del mio sentire, con un brano, tra i tanti, e, non essendo la scelta facile, per le innumerevoli perle che Giorgio ci ha lasciato, ho scelto “c’è solo la strada”, scritto nel 1974 insieme all’inseparabile Sandro Luporini. Un brano per me attuale oggi come non mai, in tempo di crisi, dopo che la casa è assurta a bunker protettivo delle nostre insicurezze e dopo aver contratto innumerevoli “dipendenze” nell’era del boom economico . Caro Giorgio la tua opera va ben oltre la musica o il teatro e credo sarà destinata ad accompagnarci, come uno scrigno prezioso di saggezze, nelle future sfide che ci attendono in questa stanchissima civiltà dei consumi ed oramai delle infelicità, che tu tanto bene, in tempi non sospetti, avevi intuito.

Sauro Secci

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Etica e Sostenibilità, In evidenza e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...